©2019 by Pentek Textile Machinery Srl.

Via Enrico Mattei 10, 59013 Montemurlo (PO)
Tel +39 0574 064594

Fax +39 0574 064580

www.pentek.it

P.IVA n° IT02269640484

Macchina continua per asciugatura, vaporizzazione e tumbling in aperto e in corda

1/14

Title Goes Here

I’m a paragraph. Double click

me or click Edit Text. It's easy  to make it your own.

EnAIRgy è una macchina di finissaggio speciale a valore aggiunto: è lo strumento ideale per chi cerca di aumentare l’appetibilità commerciale al proprio manufatto conferendogli morbidezza, volume, tatto, restringimento e cambi di aspetto quali: invecchiamento, arrugatura, spiegazzatura, millwash, agnellatura, spugnosità, effetto tridimensionale etc… Per approssimazione il ventaglio di effetti offerto da EnAIRgy è sintetizzabile Scegliere EnAIRgy significa decidere di uscire dal segmento “commodity”, dalla battaglia del prezzo per ritagliarsi una propria specificità, senza necessariamente ripensare il prodotto dal filato alla tessitura o al disegno, ma piuttosto variandone la percezione visiva o tattile. nella gamma di effetti generati dai cesti discontinui, seppure in modo continuo e in largo.

Come dice il termine, EnAIRgy è energia d’aria ed esprime tutta la sua efficacia creativa nella fase finale dei processi di finissaggio, appena prima dell’ispezione e imballo. Il tessuto tinto, stampato o spalmato viene trascinato ad alta velocità da una pressione di aria e subisce un’azione più o meno aggressiva di sbattimento su griglie di acciaio (= crashing) in tutta l’altezza di lavoro, riproducendo in forma industriale quella attività antica di massaggio e scuotimento operata dalle massaie sulle rocce in riva al fiume. ENAIRGY può lavorare su tessuto asciutto – sfruttando la sua potente azione meccanica – o su tessuto previamente inumidito tramite vapore libero oppure impregnato con prodotti ausiliari per arricchirne la gamma di effetti. 

Il segreto di EnAIRgy è la combinazione di un moto alterno e discontinuo all’interno di un processo continuo: mentre infatti all’interno della macchina le scorte di tessuto continuano a impattare ad alta velocità su griglie di contrasto in un movimento discontinuo di andata e ritorno, all’esterno il tessuto entra ed esce dalla macchina senza pause o soluzioni di continuità. Ciò è possibile grazie ad una bassa velocità del tessuto in introduzione ed uscita (meccanicamente impostabile da 0 a 50 mt/min) e ad una altissima velocità nel movimento alternato interno (pneumaticamente indotto dalla pressione d’aria e regolabile fino a 2000 mt/min).

Il tessuto viene trascinato in macchina e si dispone su di uno scivolo di accumulazione formando la scorta di tessuto. Un tunnel di lancio che unisce la cella di accumulazione di entrata con la cella di accumulazione di uscita dove scorre il tessuto. L’aria ad alta prevalenza viene immessa nel  tunnel di lancio sia dall’alto che dal basso da apposite soffierie che scaricano l’energia sul tessuto all’interno del tunnel lanciandolo contro delle griglie di contrasto poste ortogonalmente all’uscita del tunnel. Un valvola meccanica convoglia l’aria alternativamente a destra e sinistra determinando il caratteristico movimento alternato del tessuto che assicura al tessuto un numero elevato di sbattimenti contro le griglie e ne determina quindi l’effetto morbido e voluminoso.

L’inversione dell’aria è automaticamente gestita da celle di carico che sentono lo svuotamento delle scorte e in tempo reale invertono la direzione del tessuto. Il tessuto viene estratto dalla cella di accumulazione in uscita, allargato, centrato, ed affaldato (o arrotolato su carrello).

BROCHURE